Sei in: Pubblicazioni | News | Screening gratuito per l'epatite C,oggi parte la campagna!

Screening gratuito per l'epatite C,oggi parte la campagna!

✏️Lo screening è gratuito ed è offerto a tutti i cittadini (nati tra il 1969 e il 1989) che accedono ai punti prelievo dell’ASST Bergamo Est, e ai pazienti che saranno ricoverati nelle strutture ospedaliere. Il test prevede un prelievo di sangue standard per la ricerca degli anticorpi contro l’Epatite C, effettuato insieme agli esami del sangue di routine.
 
🗓A partire da lunedì 13 giugno, Asst Bergamo Est, sulla base delle indicazioni regionali e ministeriali, avvia la campagna di screening gratuito per l'epatite cronica da HCV.
 
👩🏻‍⚕️”L’infezione da HCV spesso non dà sintomi ma è una delle principali cause di malattie croniche del fegato come l’epatite cronica la cirrosi epatica e il tumore del fegato nonché di trapianto in Italia- sottolinea la dott.ssa Anna Paola Callegaro, direttore del Laboratorio Analisi dell’ASST Bergamo Est. Si stima che nel nostro Paese circa l’1-1,5% della popolazione abbia l’infezione da virus dell’epatite C e di questi 150.000 risiedano in Lombardia. Ancora oggi molti di queste infezioni sono non diagnosticate nonostante siano disponibili cure con farmaci, ben tollerati e con pochi effetti collaterali che, somministrati per via orale per 8-12 settimane, portano alla guarigione in oltre del 95% dei casi.”
 
💉🩸Per poter effettuare una diagnosi precoce e intervenire tempestivamente contro questa infezione, il Ministero della Salute ha promosso lo screening per Epatite C (che consiste in un prelievo di sangue standard) in tutti i soggetti nati tra il 1969 e il 1989, che non hanno mai assunto farmaci orali di ultima generazione per il trattamento dell’Epatite (disponibili dal 2015).
 
🏥Lo screening è gratuito ed è offerto a tutti i cittadini che accedono ai Punti Prelievo dell’ASST Bergamo Est (Alzano L.do, Calcinate, Gazzaniga, Lovere, Piario, e Seriate) e ai pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere aziendali (e a chi effettuerà il prericovero), qualora rientrino nelle categorie indicate.
 
Sarà consegnato un referto insieme all’esito degli altri esami ematici. In caso di positività, il paziente sarà ricontattato per avviare il percorso di guarigione dall’Epatite C. Gli step successivi prevedono: il riconoscimento dell’esenzione per patologia, la prescrizione di altri eventuali esami e il trattamento antivirale. L’Epatite C è un’infezione che si trasmette per via ematica e quindi attraverso pratiche e comportamenti che possono veicolare sangue o liquidi biologici infetti.
 
Sono particolarmente a rischio: • Persone emotrasfuse o sottoposte a interventi chirurgici prima degli anni ‘90 • Persone sottoposte a procedure odontoiatriche o estetiche (tatuaggi) a basso standard di sterilizzazione • Personale sanitario • Familiari e partner sessuali di persone con HBV o HCV • Persone che usano, o hanno usato, sostanze stupefacenti per via iniettiva o inalatoria • Emodializzati ed emofiliaci che abbiano ricevuto emoderivati prima degli anni ‘90 • Persone che abbiano avuto rapporti sessuali occasionali • Immigrati provenienti da aree a maggior rischio di infezione da HCV (Egitto, Pakistan, Afghanistan, Medio Oriente) • Bambini nati da madri con infezione da HBV o HCV • Persone con infezione da HIV o HBV
 
per maggiori info:
ultima modifica 13 giugno 2022