Sei in: Homepage | INFORMAZIONI | Visite ed esami | Cure odontoiatriche

Cure odontoiatriche


CRITERI DI ACCESSO ALLE CURE ODONTOIATRICHE VALIDI PER I RESIDENTI IN REGIONE LOMBARDIA


La D.G.R. N.VIII/3111 del 01.08.2006 della Regione Lombardia ha individuato due criteri per i quali vige l'erogazione a carico del S.S.R. delle prestazioni di Odontoiatria:

1) Criterio clinico: L'accertamento dei criteri clinici per l'erogazione con il S.S.R. dell'assistenza odontoiatrica compete al prescrittore che compila l'impegnativa.

2) Criterio socio-economico: L'accertamento dei criteri socio-economici compete alla struttura sanitaria che eroga il servizio attraverso gli operatori di sportello in base alla dichiarazione dell'avente diritto.
Le categorie di persone esenti secondo il criterio socio economico, di seguito riportate, possono usufruire dei trattamenti odontoiatrici con il servizio sanitario regionale a prescindere dalla condizione patologica presente:
- Invalidi di guerra titolari di pensione vitalizia.
-Invalidi per servizio (categorie dalla 1° all'8°).
-Invalidi civili al 100%.
- Invalidi minori di 18 anni con indennità di frequenza.
-Danneggiati da vaccinazione obbligatoria, trasfusioni, somministrazione di emoderivati, limitatamente alle prestazioni necessarie per la cura delle patologie previste dalla legge 210/1992.
-Vittime del terrorismo e della criminalità organizzata e familiari (il coniuge e i figli; in mancanza dei predetti, i genitori).
-Ciechi e sordomuti.
-Pazienti sottoposti a terapia del dolore.
- Soggetti rientranti nell'accordo tra Regione Lombardia e Ministero della Giustizia.
- Gli ex deportati da campi di sterminio titolari di pensione vitalizia.
- Gli infortunati sul lavoro per il periodo dell'infortunio e per le patologie direttamente connesse purchè indicato sulla ricetta.
- Titolari di pensione e i familiari a carico, purchè il reddito complessivo (riferito all'anno precedente) del nucleo familiare fiscale da essi formato non sia superiore a 8.263,31 euro oppure 11.362,05 in presenza del coniuge. Tali cifre vanno incrementate di 516,45 euro per ogni figlio a carico. Nel reddito complessivo non vanno computati gli assegni di accompagnamento.
- I disoccupati iscritti agli elenchi anagrafici dei Centri per l'impiego e i familiari a carico.
- I lavoratori in mobilità e i familiari a carico.
- I lavoratori in cassa integrazione straordinaria e i familiari a carico.
- I trapiantati d'organo.


Si fa presente che l'erogazione con il S.S.R. dell'assistenza odontoiatria è esclusivamente destinata a pazienti residenti in Regione Lombardia.

 

 

ultima modifica 17 dicembre 2018